Most read

A scuola di politica nel cuore del Pollino

Al via la terza edizione di Farò Politica, la summer scool organizzata da Labdem in collaborazione con l’Università della Calabria

Ad agosto si può anche studiare senza annoiarsi.

Dal 2 al 4 agosto si svolgerà a Laino Borgo, a cavallo tra Calabria e Basilicata, la terza edizione di Farò Politica, la scuola di politica organizzata e promossa da Labdem Calabria, assieme alle fondazioni Nuovo Mezzogiorno, Trasparenza e Adele Caterini e al Discag (Dipartimento di scienze aziendali e giuridiche) dell’Università della Calabria.

Il tema di quest’anno è l’economia circolare, più precisamente, come recita il titolo dell’evento, i Nuovi strumenti per lo sviluppo del territorio: tra economia circolare e politica di coesione.

Saranno tre giorni di full immersion, a cui parteciperanno studiosi, accademici e non, operatori economici e amministratori, che si svolgeranno presso La Conca Rossa, in contrada Santa Giada di Laino Borgo.

Di seguito il calendario degli incontri e i temi trattati negli incontri dai vari relatori:

 

2 agosto

  • Alessandro Mazzitelli, docente di Diritto pubblico dell’Unical, parlerà di Sviluppo sostenibile e tutela dell’ambiente tra ordinamento interno e ordinamento europeo;
  • Peppino De Rose, docente di Impresa turistica e mercati internazionali presso il Discag dell’Unical, parlerà dei Driver dell’internazionalizzazione e globalizzazione dei mercati;
  • Franco Rubino, il direttore del Discag, parlerà di Economia circolare: stato dell’arte e prospettive future;
  • Roberta Caruso, imprenditrice e founder di Home for Creativity, parlerà del Coliving come esempio di economia circolare per la valorizzazione del patrimonio immobiliare, pubblico e privato.

 

3 agosto

  • Gabriele Alitto, dirigente regionale del Dipartimento ambiente per lo sviluppo sostenibile parlerà della Governance regionale nell’attuazione dell’agenda 2030. La connotazione ambientale;
  • Yvonne Spadafora, responsabile della comunicazione del Por Calabria, parlerà de L’importanza della comunicazione pubblica nelle politiche di coesione;
  • Stefania Mancuso, docente di Archeologia classica dell’Unical, spiegherà A cosa serve l’antico;
  • Giuseppe Mangano, presidente di Pensando Meridiano, racconterà le Strategie sostenibili e tattiche di innovazione sociale di Pensando Meridiano per l’inclusione e la coesione dei giovani al Sud.

 

4 agosto

  • Consuelo Nava, ricercatrice universitaria e assessora comunale di Palmi, parlerà del Governo dei beni comuni urbani per l’amministrazione condivisa e la sostenibilità dei territori;
  • Seguirà un dibattito a tre voci sulla Rigenerazione economica e sociale nei centri storici, a cui parteciperanno Francesco Lo Giudice, sindaco di Bisignano, Franco Rossi, assessore regionale alla Pianificazione territoriale e urbanistica, e Cesare Loizzo, capostruttura regionale della Pianificazione territoriale e urbanistica.

Le tre sessioni saranno moderate dal giornalista Saverio Paletta.

Per informazioni scrivere a: iofaropolitica_team@libero.it oppure telefonare a: 338/2530884, 320/3808852.

 

 14,687 total views,  4 views today

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP