Most read

I Magenta#9 a Sanremo Rock

Sanremo Rock 2020, vincono i Magenta#9

La band bolognese si aggiudica il primo premio della prestigiosa edizione dedicata agli artisti emergenti del Rock con “Non si può”, il proprio singolo d’esordio

I bolognesi Magenta#9, alias I Ceffi della Bolognina, sono i vincitori della trentatreesimaedizionediSanremo Rock.

La band capitanata da Alessio Amos Amorati si è aggiudicata il primo posto sul podio nella finale della prestigiosa manifestazione dedicata alla scena rock emergente, che si è svolta il dodici settembre al Teatro Ariston di Sanremo.

A decretare la vittoria è stata la giuria composta dal cantante e conduttore televisivo Pino Scotto,dal conduttore radiofonico Gigio D’Ambrosio, dal produttore e musicista Fabrizio Simoncioni, dal chitarrista e produttore Massimo Varini e dalla cantante e speaker radiofonica Vittoria Hyde. La giuria internazionale era invece composta da Jean-Michel Byron e Ivan Margari, Matt Backer e Steve Lyon.

Con il loro singolo di esordio Non si può, prodotto da Marco Barusso, i Magenta#9 hanno conquistato il disco tricolore della storica kermesse che ha portato al successo molti big di oggi e che ha visto concorrere, nel corso degli anni, artisti come Litfiba, Ligabue, Tazenda, Bluvertigo e Avion Travel.«Siamo molto contenti di aver partecipato a questa rassegna e siamo grati agli organizzatori, perché in tempi così difficili per la musica sono riusciti a dare continuità a una manifestazione che dura da 33 anni», racconta Amos.

«Quando ci siamo iscritti avevamo da poco pubblicato il nostro primo singolo Non si può e abbiamo pensato che Sanremo Rock fosse l’occasione migliore per far conoscere il nostro progetto. Così, senza nessuna pretesa di vincere, abbiamo partecipato. Per noi è stato davvero emozionante suonare sul palco dell’Ariston e ora torniamo nel nostro quartiere, la Bolognina, con la stessa umiltà con cui siamo partiti, ma decisamente più “carichi” e con tanta voglia di suonare dal vivo, se l’emergenza sanitaria lo permetterà».

Per saperne di più:

La recensione a Non si può

Da ascoltare:

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP