Most read

MyOwnMine, new wave internazionale dal profondo Sud

La band cosentina presenta Everything Is In Perspective, l’album d’esordio che rinvia a sonorità d’Oltreoceano

Everything Is In Perspective è il titolo dell’album di esordio dei calabresi MyOwnMine, uscito lo scorso 28 febbraio per La Lumaca Dischi-Audioglobe.

Il disco è composto da otto tracce ed è disponibile sia in digitale che su supporto fisico. Ad anticipare la sua uscita il singolo e il videoclip Shut the door, uscito una settimana prima.

I MyOwnMine

Il progetto MyOwnMine nasce da un’idea di Francesco Parise (voce e tastiera) con una matrice originaria tra folk e rock.

La band ha presentato l’album durante una conferenza stampa svoltasi presso il Museo del Fumetto di Cosenza.

Parise inizia inoltre a suonare col batterista Yandro Estrada in un’altra formazione, che vira in direzione soul-r’n’b arricchito dall’elettronica.

Il cambiamento, che ha portato all’attuale proposta musicale è stato lento ma radicale: due anni fa colgono l’idea del produttore Vladimir Costabile ed entra in formazione il bassista Silvio Perri, che verrà poi sostituito da Giuseppe Mazzuca.

Proprio questo primo innesto sposta il sound verso la new wave, con l’influenza di alcune correnti musicali d’oltreoceano.

Per Yandro il nuovo approccio è stato quasi una sfida: non si trattava più di eseguire dal vivo ciò che si è provato in sala, ma era necessario un maggiore sforzo nella composizione e nella programmazione dei suoni, in particolare delle basi elettroniche. Per interpretare al meglio il nuovo sound, ha creato un set più da percussionista che da batterista, per poter rendere al meglio le sfumature ritmiche.

Un momento della presentazione dell’album

Per superare queste difficoltà, la band ha effettuato due missaggi durante la registrazione del brano, sotto la guida di Costabile, che si è quasi divertito a scombinare le carte.

Il titolo dell’album, Everything Is In Perspective,esprime l’idea di uno sguardo creativo proiettato in avanti e lontano. In prospettiva, appunto.

Francesco Parise ha una parola chiave per spiegare la sua visione: raziocinio. Per lui ogni cosa possiede un senso razionale, che cambia se si è capaci di porsi nella giusta prospettiva. E perciò il disco ci fa capire come basta girare le componenti, il tutto può funzionare.

I testi hanno un fil rouge: la speranza nella nostra capacità di cambiare. E dal macro tema dell’amore si arriva a toccare altre questioni esistenziali. Inside The Volcano,ad esempio, parla della necessità del gioco di squadra per risolvere situazioni paradossali. Shut The Door, il singolo apripista, ha un sapore quasi autobiografico.

La band si muove bene su arrangiamenti diretti e, se si vuole orecchiabili, ma non ha una vocazione sfacciatamente pop. Il loro obiettivo principale, ricorda Estrada, è creare una sonorità internazionale, perché c’è tanto mercato fuori dall’Italia. Ma la maggior parte dei musicisti preferisce rimanere in una zona confort che però non sempre rappresenta la scelta migliore.

Invece buttarsi sulla sperimentazione è impresa difficile ma che spesso ripaga dei sacrifici. Al riguardo, è importante educare le nuove generazioni all’ascolto meditato, traccia per traccia, degli album e non rimanere aggrappati ai social e ai singoli lanciati su Youtube. Approfondire la musica per imparare a conoscerla, non rimanere in superficie.

Un primo piano della band

Alla fine della presentazione la band ha eseguito quattro inediti, tratti dall’album d’esordio e due cover. Inside The Volcano, My Possesion, I Can Feel It In The Air e Shut The Door sono i quattro inediti. La prima cover è un pezzo della storia musicale britannica: There Is A Light That Never Goes Out dei The Smiths. Il secondo è un classicone made in Italy: Soli del mitico Lucio Battisti.

Non resta che ascoltare l’album, perché l’assaggio fa capire che vale la pena.

Da ascoltare (e da vedere):

 38,590 total views,  2 views today

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP