Most read

T-Rex Squad, quei simpatici giurassici del punk

Rate this post

#Resistiallestinzione è l’ep d’esordio del quartetto formatosi un anno fa tra Emilia Romagna e Marche: quattro brani cattivi e ironici di punk vintage e stradaiolo

Rock estremo, lambrusco e tortellini: i T-Rex Squad sono un quartetto dedito a un punk tosto e stradaiolo, composto da musicisti gravitanti tra Bologna, Ferrara e Castelfidardo.

I T-Rex Squad

I quattro tirannosauri in questione sono il cantante Angelo Iervolino, il chitarrista Tommaso Mariotti, il bassista Vittorio Brugo e il batterista Thomas Pifferi. La band si è formata un anno fa e ha esordito con l’ep #Resistiallestinzione, lanciato sui canali digitali di Duff Records con la collaborazione Scatti Vorticosi Records, Professional Punkers, LastDecay Records, Tpic Records, Rumagna Sgroza Records, Arrosti Records, Controversy Records, Castelfidardo Hardcore Crew, Radio Punk e Mastice Produzioni.

La registrazione è avvenuta presso lo Studio 73 di Ravenna con la produzione di Riccardo Paso Pasini. L’artwork, con tanto di mini fumetto interno, è a cura di Costanza Degli Abbati, meglio conosciuta come Lady Sfortuna.

Veniamo alla musica, che mescola potenza e ironia, secondo i canoni dello street punk e si impone per i suoi cori da stadio altrettanto tipici.

Apre il mini album Urss, già contenuta nella compilation Duff Records Vol. 2 (leggi qui), una canzone piuttosto vintage che evoca le origini del genere.

Tosta e adrenalinica, Salvare (che tra l’altro è il singolo apripista) è un atto d’accusa alla violenza di genere.

Sostenuta e senza cedimenti, L’Asteroide P.2 tende verso un arrangiamento più basic su cui spicca la voce rauca del frontman.

L’ep termina con Caduta, in cui fa bella mostra di sé un bel coro vecchia maniera.

La copertina di #Resistiallestinzione

Duro, diretto, senza raffinatezze (inutili) e senza cedimenti, #Resistiallestinzione scorre via che è una bellezza.

Se esiste un manuale del perfetto punkster, i T-Rex Squad dimostrano di averlo studiato nelle virgole e di saperne mettere in pratica i dettami con scrupolo e creatività.

Buona la prima e un augurio: continuate così.

Da ascoltare (e da vedere):

 44,627 total views,  2 views today

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP